Contact Improvisation – Lezioni monotematiche

cicli di laboratori e seminari
per danzatori-attori e chiunque voglia sperimentarsi attraverso il corpo
tenuti da Anna Albertarelli

Danza Contact e Movimento Organico

Dalla contact alla composizione coreografica (per una poetica del gesto).

28 ottobre;
4 e 18 novembre;
2 e 16 dicembre;
27 gennaio;
24 febbraio
24 marzo;
14 e 28 aprile;
12 e 26 maggio;
a giugno seminario intensivo – date da definire
tutte le date sono di SABATO dalle 12:30 alle 14:30.

Movimento Organico
Il movimento organico è una pratica che prevede un attento esame interiorizzato dei rapporti tra i sistemi organici del corpo: organi,scheletrico, muscolare, respiratorio, propriocettivo.
Ciò permette al praticante di acquisire una percezione-consapevolezza del proprio corpo necessarie per poi poter agire nella danza o nell’improvvisazione teatrale eliminando le energie psico-fisiche in eccesso.

Danza Contact (Contact Improvisation)
(una pratica dell’ascolto per una libera improvvisazione fisica)
La contact improvisation è una forma di danza che si esplicita attraverso il contatto fisico, l’ascolto reciproco e il rispetto per chi si incontra danzando indipendentemente dall’età, peso, sesso sono gli aspetti etici di questa danza.
Mantenere l’equilibrio, sostenere e muovere il peso con differenti parti del corpo , orientarsi nello spazio con uno o più partner sono la parte tecnica. Riuscire a coordinare ascolto, ritmo, contatto in una dinamica di continua improvvisazione sono la parte creativa.

Dalla Contact al Teatro Fisico (per una poetica del gesto)
Nella seconda parte dell’anno si esploreranno possibili micro partiture fisiche sulla base della pratica-ricerca avvenuta nei mesi precedenti.
In questo caso si cercherà una poetica del gesto-corpo sempre in relazione al contatto su temi scelti.

Il costo è di 15 euro ad incontro. Tessera UISP 15 euro.

a Bologna presso il TPO Via Casarini 17/4 – Bus 18,35,86 o navetta a/b

Per informazioni vai alla pagina dei Contatti Anna Albertarelli

Inside-Outside

“IN-SIDE | OUT- SIDE, CORPO REALE E CORPO VIRTUALE.”

Campus creativo interdisciplinare, per ragazzi/e dai 14 ai 18 anni:
teatro fisico | danza | nuove tecnologie.
insideoutside02Il progetto campus creativo vuole essere una
proposta educativa/pedagogica/artistica al
servizio degli adolescenti e degli insegnanti.
Un gruppo eterogeneo di artisti costituito
da coreografi /e , danzatori, performer,
sound designer,dj , digital designer si
sono ritrovati a riflettere su un messaggio
urgente da trasmettere a questa fascia di
età e cioè il rapporto tra:
corpo , spazio tempo, immagine di sé,
relazioni e affettività e le nuove tecnologie.
Un approccio che mira ad accompagnare i
giovani ad un sano e consapevole uso dei
mezzi tecnologici attraverso una riappropriazione
del concetto di corpo.

immagine per fbFINALITÀ
Imparare a conoscere più a fondo se stessi, le proprie emozioni, il proprio corpo.
Praticare lo scambio di prospettive: imparare a conoscere più a fondo gli altri,le loro emozioni, il
loro corpo, imparando a riconoscerne i limiti e le possibilità espressivo-ricreative- creative.
Strumenti come il teatro fisico/movimento/ricerca corografica, in relazione a strumenti
tecnologici in uso agli adolescenti ( smartphone, tablet, coputer, lettori mp3 ) agiranno da
mediatori per una riflessione a tutto campo pratico/teorica e vissuta in maniera circolare e
partecipativa sul tema del “ CORPUS VIVENDI”.

OBIETTIVI
Il percorso prevede:
– momenti di confronto con il pubblico
– campus estivi per l’estate fine giugno/luglio 2018
– dimostrazioni di lavoro in itinere e performance finale
MODALITA’
Il campus sarà attivo una volta alla settimana il martedi dalle ore 15 alle ore 17 presso Leggere
Strutture Art Factory per la sezione Educational. A partire da ottobre 2017 a fine giugno 2018.
Sarà dipartito in tre moduli di 3 mesi i quali affronteranno volta per volta la tematica
dell’esperienza del corpo in relazione al virtuale , i quali saranno sempre gestiti in codocenza da
due esperti:
1 coreografa e pedagogista del movimento
1 professionista nell’ambito della tecnologia in relazione alle arti performative ( sound designer,
digital designer, dj ).

MODULO 1
“TECHNO FLOW” | Corpo ritmo
A cura di:
Anna Marocco ( coreografa, insegnante, antropologa ) e
Vincenzo Scorza ( digital sound artist )

MODULO 2
“AVATARA” | Corpo immagine
A cura di:
Nuvola Vandini (coreografa, insegnante, antropologa ) e
Jacques-Andrè Dupont (digitaldesigner/performer)

MODULO 3
“DAIMON E IL CORPO RISONANTE” | Corpo contatto emozione
A cura di:
Anna Albertarelli (coreografa/formatrice) e
Roberto Passuti ( sound designer/ingegnere del suono/musicista/compositore )

Ideazione e coordinamento progetto: Anna Albertarelli.
Danzatrice, coreografa, pedagoga, esperta di danza e disabilità.
Coordinamento scientifico progetto: Roberto Penzo.
Psicologo, psicomotricista esperto di tecniche relazionali a mediazione corporea.

La porta dell’incanto

trittico-dell-amor-sottile

Esplorazioni nel paesaggio immaginifico dell’infanzia
Laboratorio per genitori e figli dai 4/8 anni
Conduce Anna Albertarelli formatrice coreografa danzatrice

Danza-teatro-contact improvisation


Il laboratorio mira a portare genitori e figli all’interno di un’ esperienza dove il corpo,il contatto, il movimento e la fantasia dei bambini siano il fulcro della ricerca.
Genitori e figli si guardano come allo specchio si osservano e trovano un linguaggio all’inizio non verbale dove poter interagire.
La porta dell’incanto è quel limite che noi come adulti dobbiamo varcare per lasciarci di nuovo stupire, è la visione dei bambini che ci prende per mano e ci conduce in un luogo da condividere preziosamente.
Per fare questo dobbiamo necessariamente lasciare fuori dalla PORTA il nostro IO adulto e riconciliarci con il nostro IO bambino.
Le terre di confine che ne deriveranno saranno le varie storie e legami concreti tra madri/padri e figli.
Non solo un laboratorio creativo ma anche un esperienza relazionale intensa e profonda.

Vedi anche il sito dell’iniziativa.

Per informazioni pedagogiche
Vai alla pagina dei Contatti Anna Albertarelli

QUANDO
2 sabati al mese al mattino dalle ore 11 alle 12 da ottobre 2017 a giugno 2018.
28 ottobre; 4 e 18 novembre; 2 e 16 dicembre; 13 e 27 gennaio; 10 e 24 febbraio;
10 e 24 marzo; 14 e 28 aprile; 12 e 26 maggio; 9 e 23 giugno

DOVE
TPO – Bologna – via casarini 17/4

COSTO
6 incontri 90 euro per nucleo familiare.
Necessaria tessera UISP.

Corpo poetico ®

LOGO CORPO POETICO-300Presso Leggere Strutture Art Factory Via Ferrarese 169/a

laboratorio di teatro fisico e danza per l’integrazione sociale
per attori, danzatori, operatori del settore, disabili, insegnanti di sostegno,
educatori, insegnanti di danza

tenuto da Anna Albertarelli (coreografa, formatrice)
e da Roberto Penzo (coordinatore scientifico, psicologo, psicomotricista, formatore)

CORPO POETICO ®
I cicli si prefiggono di mettere le basi strumentali per migliorare le attitudini artistiche e professionali dei partecipanti, permettendo una nuova condizione del modus operandi di relazione tra: corpo, disabilità e aspetto performativo; fornire una visione rigorosa e dignitosa dell’agire in scena rispettando le differenze e definendo volta per volta il concetto di estetica, forza, presenza e corpo poetico.
Analizzeremo i limiti fisici per alcuni, psicologici per altri, ridefinendo Il senso creativo che ne deriva e cercando zone limite su cui operare artisticamente.

STRUMENTI PEDAGOGICI
Dinamiche di gruppo per l’integrazione a mediazione corporea, movimento organico, contact-improvisation, danza contemporanea, teatro fisico, educazione alla visione poetica.
Esito con performance finale

DATE
Da ottobre a maggio, tutti i venerdì dalle ore 15 alle 17

 

Per informazioni pedagogiche
Vai alla pagina dei Contatti Anna Albertarelli

Per iscrizioni
Leggere Strutture Art Factory 0510951158/59 dalle ore 10 alle ore 17
segreteria@leggerestrutture.it    www.leggerestrutture.it

Tra Terra e Cielo

CORSO DI TESSUTO AEREO e DANZA MOVIMENTO PER DISABILI

terra-aria locandina
Il corso intende proporre un approccio al movimento e all’acrobatica aerea per persone con disabilità , o provenienti da incidenti e che abbiano gia dedicato parte del loro percorso all’attività fisica e/o sportiva.
L’idea nasce da un esperienza conosciuta in Francia partecipando ad una sessione per disabili su tessuto aereo e lira tenuta da Mel Stevens (https://www.facebook.com/aimtoflyuk/) organizzatrice e coordinatrice di Aim To Fly.

E’ un corso proposto in collaborazione tra Anna Albertarelli, danzatrice, coreografa, formatrice con esperienza ventennale di lavoro con la disabilità sia fisica che psichica e Barbara Vitangeli, insegnante di tessuto aereo dal 2005. Il percorso si svilupperà infatti dal lavoro fisico a terra, di preparazione e passaggio per arrivare a staccarsi da terra o anche solo utilizzare l’attrezzo aereo come strumento di sospensione o carico, laddove non sia possibile per il corpo esercitare trazioni che lo possano davvero completamente tenere in aria.
Il lavoro prevede molti step di preparazione e possibilità di sviluppo utilizzando l’attrezzo aereo a diverse altezze, in diverse forme e cambiando l’attrezzo a seconda della necessità:

LAVORO A TERRA a cura di Anna Albertarelli
Elementi di consapevolezza corporea, anatomia sensoriale®, propriocezione, dinamiche spaziali . Tappa fondamentale per poter poi fare esperienza del momento della sospensione del corpo con i tessuti.

LAVORO AEREO a cura di Barbara Vitangeli
………….

Leggerezza/Sospensione/ARIA possono essere condizioni che portano la persona con disabilità a gestire e vivere in proprio corpo in maniera diversa, dando vita ad un processo di miglioramento psicofisico ed emozionale.
L’elemento del tessuto per il lavoro aereo quindi diventa mediatore di un esperienza che aiuta a superare i limiti fisici ( sospensioni a varie altezze ) o ad accompagnare in momenti di leggerezza e accudimento ( le culle in sospensione ) .
E’ e sempre rimane comunque il corpo nella sua interezza e globalità il più grande maestro per il benessere della persona, quando esso è vissuto con gioia, coraggio, dolcezza e propensione al cambiamento.
BARBARA VITANGELI
Pratica Tessuto Aereo dal 2000 e insegna dal 2005, ad adulti principianti ed avanzati e bambini principianti ed avanzati.
Inizia la sua formazione in Francia, di cui manterrà l’impostazione di scuola coreografica e il metodo di insegnamento di gruppo basato su una didattica precisa e progressiva.
Studia a Parigi (Scuola di Nenterre), Lille (Cirque au Bout du Monde), Villemarechal (Cirque Baroque), Bruxelles (Espace Catastrophe), Londra (Circus Space).
In seguito approfondisce metodi di scuole diverse, spostandosi a Mumbay per studiare corda indiana (Mallakhamb), a Buenos Aires (Club du Trapezistas, Scuola di Circo di Palermo), a Houston (Vault Academy).
Si interessa, studia e tenta di sviluppare un proprio metodo di didattica e approccio basato sulle diverse esperienze delle scuole americana e francese.
Lavora dal 2002 al 2007 come performer e poi di nuovo dal 2011 al 2016.
Il suo appproccio di basa anche sullo studio dell’Iyengar Yoga di cui è insegnante Intermediate 1.

Da Ottobre 2017, ogni venerdì dalle 18.30 alle 19.45

TPO Bologna, Via Casarini 17/5

Costo 50 euro al mese più tessera associativa UISP di 15 euro