Body-contact-resonance

Pratiche di autogestione del corpo del danzatore e del performer.
Percorso per gruppi

Tenuto da Anna Albertarelli

Body-contact-resonance nasce dall’unione e la sperimentazione di due tecniche: la contactdance e il watsu (liberare il corpo in acqua).

Anna Albertarelli dopo anni di sperimentazione sia a terra che in acqua ha ideato questo modulo dove l’essenza della ricerca è imparare ad ascoltare le risonanze e riverberi della persona con cui si danzerà .

L’acqua (in questo caso i fluidi corporei) diventa veicolo e maestra per la pratica a terra.

Attraverso esercizi di esplorazione corporea,  attenzione al respiro e ai segnali precisi del ricevente e stiramenti tratti dallo zen shiatsu,  si impara ad entrare nell’empatia della danza.

I moti liquidi di chi riceve il massaggio diventano il veicolo verso cui vira la danza.

Tutto questo ascolto, presente e consapevole,  permette al praticante di contact (o al danzatore/attore) di esercitare la sua improvvisazione con l’altro senza fare fatica come se tutta la densità dell’aria si trasformasse alchemicamente in acqua che sostiene.

Ecco che questa modalità può diventare strumento utile di ascolto e training/riscaldamento per la tecnica “contact dance”, per altre discipline di body work, per  attori , performer e danzatori.

Tutti i martedì sera dalle 19 alle 20:30
Presso Almadanza Accademia delle Arti Coreografiche
Iscrizioni e informazioni www.almadanza.it
mobile: 3383642616

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi