Archivi categoria: Teatro fisico ed integrazione

Il corpo poetico® – Formazione

Ricerca per altri movimenti

Percorsi di formazione e laboratori per l’ integrazione artistico/sociale nell’ambito del teatro fisico e della danza

Corpo Poetico® è una pratica di movimento/danza/teatro ideata e sviluppata da Anna Albertarelli coreografa,danzatrice e formatrice  e Roberto Penzo psicomotricista, psicologo, formatore, performer.

Lavorano insieme dal 1998 e nel corso degli anni hanno istituito laboratori di ricerca coreografica e attoriale mirati all’integrazione, fondato la compagnia VI-KAP costituita da danzatori abili e disabili, conducono da anni corsi di formazione per operatori del settore, insegnano entrambi presso cooperative sociali, scuole di danza per progetti dedicati all’integrazione. Hanno presentato i loro lavori artistici in rassegne e festival  di teatro/danza e video danza nazionali e internazionali .

Corpo Poetico® fornisce i seguenti percorsi pedagogici:

  • Formazione per insegnanti di danza che si vogliono avvicinare al lavoro con la disabilità.
  • Formazione per educatori/insegnanti di sostegno, di educazione fisica che abbisognano di nuovi strumenti per il lavoro corporeo con la disabilità nell’ambito delle scuole primarie, secondarie, superiori.
  • Laboratori esperienziali/didattici presso cooperative sociali e associazioni.

PRESSO AFI-ART FACTORY INTERNATIONAL ( BOLOGNA )

  • Laboratorio esperienziale settimanale aperto a tutti
  • Formazione e stage esperienziali  per danzatori, performer e attori  che vogliono approfondire il lavoro di messa in scena in interazione con la disabilità.

Per questo modulo leggi qui.

Tessuto aereo per persone disabili

 

Lo stage sarà una proposta esperenziale di acrobatica aerea per persone con disabilità motoria, in cui l’obiettivo è quello di creare per il prossimo anno un calendario di incontri seminariali costanti (ad esempio a cadenza mensile).
 
Lo stage intende conoscere e offrire diverse possibilità di approccio e incontro al Tessuto Aereo, seguendo e studiando le abilità del singolo individuo, dispiegandone le potenzialità.
 
Il percorso è coadiuvato da Martina Caironi ( che già pratica la disciplina) ed in questi mesi si è tentato un approccio con Veronica Yoko Plebani e Lorenzo Major.
 
Il lavoro vanta la collaborazione progettuale e di sala di Anna Albertarelli, coreografa e danzatrice, impegnata da moltissimi anni con persone disabili nell’ambito della danza e del teatro.
 
     Segui l’evento su Facebook

Corpo poetico ®

LOGO CORPO POETICO-300Presso Leggere Strutture Art Factory Via Ferrarese 169/a

laboratorio di teatro fisico e danza per l’integrazione sociale
per attori, danzatori, operatori del settore, disabili, insegnanti di sostegno,
educatori, insegnanti di danza

tenuto da Anna Albertarelli (coreografa, formatrice)
e da Roberto Penzo (coordinatore scientifico, psicologo, psicomotricista, formatore)

CORPO POETICO ®
Cicli di incontri monografici per la sensibilizzazione dei giovani danzatori in formazione.

La specificità del lavoro esperienziale sta nel costruire un gruppo di lavoro eterogeneo dove l’aspetto del diverso viene azzerato dalla ricerca delle potenzialità residue del corpo con disabilità il quale fornirà al giovane danzatore strumenti come:

  • imparare a stare semplicemente in presenza
  • l’attenzione dei piccoli gesti
  • l’osservazione del corpo disabile come acquisizione di nuove modalità espressive
  • la ricerca di uno spazio creativo/artistico integrato dove abili e disabili si mettono costantemente alla prova per comporsi e ricomporsi reciprocamente.
  • la ricerca di uno “spazio vuoto “ dove tutti i partecipanti si trovano in un terreno comune dove poter incontrare l’altro attraverso esercizi di : anatomia sensoriale, movimento organico, propriocezione , analisi del movimento, danza contact  e l’etica del contatto, l’ascolto, l’empatia, la risonanza, il ritmo, la dinamica spaziale, le tecniche di improvvisazione.
  • il contatto diventa mediatore di relazione (per i danzatori ), la propriocezione, il movimento e la danza aiutano a lavorare sull’aspetto creativo/espressivo e spinge il disabile a superare limiti fisici o psicologici.
  • i dismorfismi, i gesti convulsi, impacciati, bloccati, sconnessi o imprevedibilmente giocosi e reali si possono trasformare in “gesto poetico “, il corpo svestito dalle stigmate della disabilità vista come handicap muta in “corpo poetico “.

OBBIETTIVI GENERALI

  • migliorare la qualità della vita delle persone disabili che aderiscono al progetto
  • promuovere una visione altra delle prospettive fisiche, mentali, sociali, artistiche e culturali in relazione alla diversità
  • fornire nuove competenze professionali ai giovani danzatori:/educatori etc..  (possibilità di lavorare presso compagnie professioniste che lavorano con danzatori disabili.)
  • fornire nuove competenze pedagogiche ( innescare modalità espressive differenti, imparare a uscire dagli schemi  elevando il corpo e la motricità disabile a mediatore creativo)
  • promuovere il concetto di integrazione artistica superando le barriere del pietismo ed elevando il corpo disabile a corpo che realmente abita e vive la scena performativa con presenza e attuando atti creativi concreti

STRUMENTI PEDAGOGICI
Dinamiche di gruppo per l’integrazione a mediazione corporea, movimento organico, contact-improvisation, danza contemporanea, teatro fisico, educazione alla visione poetica.
Esito con performance finale

DATE
Da ottobre a maggio, tutti i venerdì dalle ore 14 alle 16

Per informazioni pedagogiche
Vai alla pagina dei Contatti Anna Albertarelli

Per iscrizioni
Leggere Strutture Art Factory 0510951158/59 dalle ore 10 alle ore 17
segreteria@leggerestrutture.it    www.leggerestrutture.it

Tra Terra e Cielo

CORSO DI TESSUTO AEREO e DANZA MOVIMENTO PER DISABILI

terra-aria locandina
Il corso intende proporre un approccio al movimento e all’acrobatica aerea per persone con disabilità , o provenienti da incidenti e che abbiano gia dedicato parte del loro percorso all’attività fisica e/o sportiva.
L’idea nasce da un esperienza conosciuta in Francia partecipando ad una sessione per disabili su tessuto aereo e lira tenuta da Mel Stevens (https://www.facebook.com/aimtoflyuk/) organizzatrice e coordinatrice di Aim To Fly.

E’ un corso proposto in collaborazione tra Anna Albertarelli, danzatrice, coreografa, formatrice con esperienza ventennale di lavoro con la disabilità sia fisica che psichica e Barbara Vitangeli, insegnante di tessuto aereo dal 2005. Il percorso si svilupperà infatti dal lavoro fisico a terra, di preparazione e passaggio per arrivare a staccarsi da terra o anche solo utilizzare l’attrezzo aereo come strumento di sospensione o carico, laddove non sia possibile per il corpo esercitare trazioni che lo possano davvero completamente tenere in aria.
Il lavoro prevede molti step di preparazione e possibilità di sviluppo utilizzando l’attrezzo aereo a diverse altezze, in diverse forme e cambiando l’attrezzo a seconda della necessità:

LAVORO A TERRA a cura di Anna Albertarelli
Elementi di consapevolezza corporea, anatomia sensoriale®, propriocezione, dinamiche spaziali . Tappa fondamentale per poter poi fare esperienza del momento della sospensione del corpo con i tessuti.

LAVORO AEREO a cura di Barbara Vitangeli
………….

Leggerezza/Sospensione/ARIA possono essere condizioni che portano la persona con disabilità a gestire e vivere in proprio corpo in maniera diversa, dando vita ad un processo di miglioramento psicofisico ed emozionale.
L’elemento del tessuto per il lavoro aereo quindi diventa mediatore di un esperienza che aiuta a superare i limiti fisici ( sospensioni a varie altezze ) o ad accompagnare in momenti di leggerezza e accudimento ( le culle in sospensione ) .
E’ e sempre rimane comunque il corpo nella sua interezza e globalità il più grande maestro per il benessere della persona, quando esso è vissuto con gioia, coraggio, dolcezza e propensione al cambiamento.
BARBARA VITANGELI
Pratica Tessuto Aereo dal 2000 e insegna dal 2005, ad adulti principianti ed avanzati e bambini principianti ed avanzati.
Inizia la sua formazione in Francia, di cui manterrà l’impostazione di scuola coreografica e il metodo di insegnamento di gruppo basato su una didattica precisa e progressiva.
Studia a Parigi (Scuola di Nenterre), Lille (Cirque au Bout du Monde), Villemarechal (Cirque Baroque), Bruxelles (Espace Catastrophe), Londra (Circus Space).
In seguito approfondisce metodi di scuole diverse, spostandosi a Mumbay per studiare corda indiana (Mallakhamb), a Buenos Aires (Club du Trapezistas, Scuola di Circo di Palermo), a Houston (Vault Academy).
Si interessa, studia e tenta di sviluppare un proprio metodo di didattica e approccio basato sulle diverse esperienze delle scuole americana e francese.
Lavora dal 2002 al 2007 come performer e poi di nuovo dal 2011 al 2016.
Il suo appproccio di basa anche sullo studio dell’Iyengar Yoga di cui è insegnante Intermediate 1.

Da Ottobre 2017, ogni venerdì dalle 18.30 alle 19.45

TPO Bologna, Via Casarini 17/5

Costo 50 euro al mese più tessera associativa UISP di 15 euro