live set party lab

 

GOHATTO PROJECT
live set party lab
condotto da
ANNA ALBERTARELLI coreografa
sezione corpo e dinamiche spaziali improvvisative
ROBERTO PASSUTI sound designer
sezione suono

 

Aperto a tutti, venerdì 21 dicembre
presso Almadanza accademia delle arti coreografiche
via del Carrozzaio, 15, Bologna dalle ore 20 alle ore 23
costo 20€. 15€ per iscritti Alma
per iscrizione tel. +393383646616 segreteria@almadanza.it
portare indumenti comodi e tanta voglia di liberare il corpo

 
live set party lab è un laboratorio di ricerca che indaga i rapporti tra la percezione corporea, le dinamiche spaziali, l’improvvisazione espressiva e la musica elettronica che ne scaturisce durante la captazione sonora, nonchè le possibili derive verso un “context of urban dances” come momento socializzante.

Le vibrazioni che si creano all’interno del sistema empatico umano in risonanza alle sonorità prodotte dal campionamento “on field”, creano un continuo rimpallo esperienziale ad alto livello creativo. La meta da raggiungere a livello performativo assume i connotati delle sommatorie espressive dei partecipanti e porta sempre a nuove strade di esperienza collettiva.

Sappiamo che l’espansione della propriocezione interiore, nei confronti di sé stessi e degli altri, si amplificano notevolmente ed è su questo rapporto di coscienza che si fonda la nostra ricerca.
Il nostro rigoroso compito è quello di condurre i partecipanti ad attuare sinergie di ascolto verso se stessi, lo spazio e gli altri, attraverso energie emerse dal gruppo stesso.

Verranno consegnate poche e semplici regole per acquisire un codice di ricerca coreografica che deve necessariamente rimanere il più aperto e ludico possibile.

GOHATTO PROJECT
Duo di azione artistica consolidatasi nel 2003
Anna Albertarelli coreografa e Roberto Passuti sound designer da anni collaborano per realizzare video danza, performances, spettacoli dove l’interazione tra il visivo , le partiture fisiche e il suono siano al centro della ricerca.
Negli ultimi anni si dedicano ad indagare aspetti sociali e antropologici del vissuto umano attraverso azioni/ laboratori come:
CRONOMETRIE DEL CORPO POLIMORFO
Tracce di ricerca introspettiva e dinamiche teatrali/sonore
Entrambi professionisti nell’ambito dei settori di loro competenza cercano di agire solo e quando esiste una reale necessità e urgenza nell’approfondire una tematica.
Per questo il loro campo di indagine spazia a 360 gradi tra progetti pedagogici-sociali e artistici.

Informazioni biografiche
www.annaalbertarelli.it
www.spectrumstudio.it

Corpo poetico ®

LOGO CORPO POETICO-300Presso Leggere Strutture Art Factory Via Ferrarese 169/a

laboratorio di teatro fisico e danza per l’integrazione sociale
per attori, danzatori, operatori del settore, disabili, insegnanti di sostegno,
educatori, insegnanti di danza

tenuto da Anna Albertarelli (coreografa, formatrice)
e da Roberto Penzo (coordinatore scientifico, psicologo, psicomotricista, formatore)



 
CORPO POETICO ®
Cicli di incontri monografici per la sensibilizzazione dei giovani danzatori in formazione.

La specificità del lavoro esperienziale sta nel costruire un gruppo di lavoro eterogeneo dove l’aspetto del diverso viene azzerato dalla ricerca delle potenzialità residue del corpo con disabilità il quale fornirà al giovane danzatore strumenti come:

  • imparare a stare semplicemente in presenza
  • l’attenzione dei piccoli gesti
  • l’osservazione del corpo disabile come acquisizione di nuove modalità espressive
  • la ricerca di uno spazio creativo/artistico integrato dove abili e disabili si mettono costantemente alla prova per comporsi e ricomporsi reciprocamente.
  • la ricerca di uno “spazio vuoto “ dove tutti i partecipanti si trovano in un terreno comune dove poter incontrare l’altro attraverso esercizi di : anatomia sensoriale, movimento organico, propriocezione , analisi del movimento, danza contact  e l’etica del contatto, l’ascolto, l’empatia, la risonanza, il ritmo, la dinamica spaziale, le tecniche di improvvisazione.
  • il contatto diventa mediatore di relazione (per i danzatori ), la propriocezione, il movimento e la danza aiutano a lavorare sull’aspetto creativo/espressivo e spinge il disabile a superare limiti fisici o psicologici.
  • i dismorfismi, i gesti convulsi, impacciati, bloccati, sconnessi o imprevedibilmente giocosi e reali si possono trasformare in “gesto poetico “, il corpo svestito dalle stigmate della disabilità vista come handicap muta in “corpo poetico “.

OBBIETTIVI GENERALI

  • migliorare la qualità della vita delle persone disabili che aderiscono al progetto
  • promuovere una visione altra delle prospettive fisiche, mentali, sociali, artistiche e culturali in relazione alla diversità
  • fornire nuove competenze professionali ai giovani danzatori:/educatori etc..  (possibilità di lavorare presso compagnie professioniste che lavorano con danzatori disabili.)
  • fornire nuove competenze pedagogiche ( innescare modalità espressive differenti, imparare a uscire dagli schemi  elevando il corpo e la motricità disabile a mediatore creativo)
  • promuovere il concetto di integrazione artistica superando le barriere del pietismo ed elevando il corpo disabile a corpo che realmente abita e vive la scena performativa con presenza e attuando atti creativi concreti

STRUMENTI PEDAGOGICI
Dinamiche di gruppo per l’integrazione a mediazione corporea, movimento organico, contact-improvisation, danza contemporanea, teatro fisico, educazione alla visione poetica.
Esito con performance finale

DATE
Da ottobre a maggio, tutti i venerdì dalle ore 15 alle 17

Per informazioni pedagogiche
Vai alla pagina dei Contatti Anna Albertarelli

Per iscrizioni
Leggere Strutture Art Factory 0510951158/59 dalle ore 10 alle ore 17
segreteria@leggerestrutture.it    www.leggerestrutture.it

Inside<>Outside

CORPO REALE E CORPO VIRTUALE

Campus creativo interdisciplinare, per ragazzi/e dai 13 ai 18 anni:
teatro fisico | danza | nuove tecnologie.

Ideazione Anna Albertarelli coreografa formatrice
Coordinamento Nuvola Vandini coreografa formatrice
Responsabile nuove tecnologie Roberto Passuti sound designer formatore

Per informazioni pedagogiche, iscrizioni Anna Albertarelli.

insideoutside02Il progetto campus creativo vuole essere una
proposta educativa/pedagogica/artistica al
servizio degli adolescenti e degli insegnanti.
Un gruppo eterogeneo di artisti costituito
da coreografi /e , danzatori, performer,
sound designer,dj , digital designer si
sono ritrovati a riflettere su un messaggio
urgente da trasmettere a questa fascia di
età e cioè il rapporto tra:
corpo , spazio tempo, immagine di sé,
relazioni e affettività e le nuove tecnologie.
Un approccio che mira ad accompagnare i
giovani ad un sano e consapevole uso dei
mezzi tecnologici attraverso una riappropriazione
del concetto di corpo , eludendo sempre più deviazioni e problematiche come cyber bullismo e hikikicomori.

FINALITÀ
Imparare a conoscere più a fondo se stessi, le proprie emozioni, il proprio corpo.
Praticare lo scambio di prospettive: imparare a conoscere più a fondo gli altri, le loro emozioni, il loro corpo, imparando a riconoscerne i limiti e le possibilità espressivo-ricreative-creative.
Strumenti come il teatro fisico/movimento/ricerca corografica, in relazione a strumenti tecnologici in uso agli adolescenti (smartphone, tablet, coputer, lettori mp3, controller da dj) agiranno da mediatori per una riflessione a tutto campo pratico/teorica e vissuta in maniera circolare e partecipativa sul tema del “ CORPUS VIVENDI”.

OBIETTIVI
Il percorso prevede:
– momenti di confronto con il pubblico/performances/creazioni di opere  video
– campus estivi per l’estate giugno/luglio 2019

MODALITA’

Il campus sarà attivo due  volte  al mese il sabato dalle ore 17 alle ore 18:30
Presso Palestra Popolare TPO via Casarini per la sezione Educational
A partire da ottobre 2018 a fine maggio 2019.
Calendario sabati:
6 ottobre presentazione
27 ottobre
3 e 27 novembre
1 e 15 dicembre
12 e 26 gennaio
9 e 23 febbraio
9 e 23 marzo
6 e 27 aprile
11 e 25 maggio

Body-contact-resonance

Pratiche di autogestione del corpo del danzatore e del performer.
Percorso per gruppi

Tenuto da Anna Albertarelli

Body-contact-resonance nasce dall’unione e la sperimentazione di due tecniche: la contactdance e il watsu (liberare il corpo in acqua).

Anna Albertarelli dopo anni di sperimentazione sia a terra che in acqua ha ideato questo modulo dove l’essenza della ricerca è imparare ad ascoltare le risonanze e riverberi della persona con cui si danzerà .

L’acqua (in questo caso i fluidi corporei) diventa veicolo e maestra per la pratica a terra.

Attraverso esercizi di esplorazione corporea,  attenzione al respiro e ai segnali precisi del ricevente e stiramenti tratti dallo zen shiatsu,  si impara ad entrare nell’empatia della danza.

I moti liquidi di chi riceve il massaggio diventano il veicolo verso cui vira la danza.

Tutto questo ascolto, presente e consapevole,  permette al praticante di contact (o al danzatore/attore) di esercitare la sua improvvisazione con l’altro senza fare fatica come se tutta la densità dell’aria si trasformasse alchemicamente in acqua che sostiene.

Ecco che questa modalità può diventare strumento utile di ascolto e training/riscaldamento per la tecnica “contact dance”, per altre discipline di body work, per  attori , performer e danzatori.

Tutti i martedì sera dalle 19 alle 20:30
Presso Almadanza Accademia delle Arti Coreografiche
Iscrizioni e informazioni www.almadanza.it
mobile: 3383642616

Movimento organico, contact dance, poetica del gesto

Atelier ricerca anno 2018/2019
Presso Let’s Dance Reggio Emilia

Da ottobre a febbraio
1-Movimento organico
Il movimento organico è una pratica che prevede un attento esame interiorizzato  dei rapporti tra i sistemi organici del corpo : organi,scheletrico, muscolare, respiratorio, propriocettivo. Ciò permette al praticante di acquisire una percezione –consapevolezza  del proprio corpo  necessarie per  poi poter agire nella danza o nell’improvvisazione teatrale eliminando le energie psico-fisiche in eccesso.
2-Contact Improvisation (  una pratica dell’ascolto per una libera improvvisazione fisica )
La contact improvvisation è una forma di danza che si esplicita attraverso il contatto fisico, l’ascolto reciproco e il rispetto per chi si incontra danzando indipendentemente dall’età, peso, sesso  sono gli aspetti etici di questa danza. Mantenere l’equilibrio, sostenere e muovere il peso con differenti parti del corpo , orientarsi nello spazio con uno o più partner sono la parte tecnica.
Riuscire a coordinare ascolto, ritmo, contatto in una dinamica di continua improvvisazione sono la parte creativa.

Da marzo a giugno
3-Dalla Contact al teatro fisico ( per una poetica del gesto )
Nella seconda parte dell’anno si esploreranno possibili micro partiture fisiche sulla base della pratica-ricerca avvenuta nei mesi precedenti.
In questo caso si cercherà una poetica del gesto-corpo sempre in relazione al contatto su temi scelti.

 

Presso Let’s Dance Reggio Emilia
Giovedì dalle ore 19,45/21,15
Informazioni e iscrizioni
www.letsdance.it

Informazioni pedagogiche Anna Albertarelli

Il corpo poetico® – Formazione

Ricerca per altri movimenti

Percorsi di formazione e laboratori per l’ integrazione artistico/sociale nell’ambito del teatro fisico e della danza

Corpo Poetico® è una pratica di movimento/danza/teatro ideata e sviluppata da Anna Albertarelli coreografa,danzatrice e formatrice  e Roberto Penzo psicomotricista, psicologo, formatore, performer.

Lavorano insieme dal 1998 e nel corso degli anni hanno istituito laboratori di ricerca coreografica e attoriale mirati all’integrazione, fondato la compagnia VI-KAP costituita da danzatori abili e disabili, conducono da anni corsi di formazione per operatori del settore, insegnano entrambi presso cooperative sociali, scuole di danza per progetti dedicati all’integrazione. Hanno presentato i loro lavori artistici in rassegne e festival  di teatro/danza e video danza nazionali e internazionali .

Corpo Poetico® fornisce i seguenti percorsi pedagogici:

  • Formazione per insegnanti di danza che si vogliono avvicinare al lavoro con la disabilità.
  • Formazione per educatori/insegnanti di sostegno, di educazione fisica che abbisognano di nuovi strumenti per il lavoro corporeo con la disabilità nell’ambito delle scuole primarie, secondarie, superiori.
  • Laboratori esperienziali/didattici presso cooperative sociali e associazioni.

PRESSO AFI-ART FACTORY INTERNATIONAL ( BOLOGNA )

  • Laboratorio esperienziale settimanale aperto a tutti
  • Formazione e stage esperienziali  per danzatori, performer e attori  che vogliono approfondire il lavoro di messa in scena in interazione con la disabilità.

Per questo modulo leggi qui.